Bollette dal gas: come confrontarle, perché crescono e quando chiamare il caldaista

Come confrontare le bollette

Non dovete allarmarvi se le bollette che vi vengono recapitate sono molto alte rispetto al mese precedente. Prima di sentire il tecnico della manutenzione e riparazioni caldaie Roma è bene fare dei confronti più approfonditi mettendo a confronto le bollette di quest’anno con quelle dell’anno precedente per verificare se ci sono grandi discrepanze. Meglio verificare anche quali hanno la lettura corretta e quali invece sono state emesse basandosi sull’anno precedente. Infatti non sempre la bolletta vien emessa in base al consumo ma il calcolo viene fatto sul consumo dell’ano precedente. Se vi sete trasferiti da poco, ci vorrà circa un anno perché le golette si sistemino sui vostri consumi.

Quali sono i motivi per cui importo cresce

Non è sempre detto che vi sia un errore nella lettura dei consumi che fa aumentare la bolletta ma ci sono eventi che possono far screscere l’importo per cui non vi dovete preoccupare. Se è stato un inverno particolarmente freddo, di sicuro, avrete usato di più il sistema di riscaldamento con una conseguente aumento in bolletta. Inoltre, se in casa è arrivata un’altra persona, come può esser un figlio o anche un nuovo inquilino, il consumo di acqua calda è di certo aumentato e per tale ragione la bolletta è più alta. Fate attenzione poiché l’importo in bolletta potrebbe crescere per via di tasse, imposte o anche per il cambio del contatore perciò verificate bene il dettaglio del costo, meglio ancora confortare il consumo piuttosto che il solo importo.

I controlli dell’esperto

Se non avete riscontrato un motivo valido che possa star dietro all’aumento dell’importo fatturato in bolletta, allora potrebbe esserci un problema con la caldaia. In questo caso affidatevi a un valido esperto di manutenzione e riparazioni caldaie Roma che possa intervenire pulendo la caldaia e provvedendo a cambiare le parti usurate. L’intervento del tecnico caldaista ha lo scopro di migliorare il rendimento termico così da usare meno gas per produrre lo steso quantistico di calore che vi serve per scaldare l’acqua e i termosifoni.