Viaggio nel deserto marocchino: Erfoud

Erfoud

Nella regione di Meknes, nell’interno del Marocco quasi al confine con l’Algeria, si trova la cittadina di Erfoud, quasi a ridosso del deserto del Sahara, infatti è una delle ultime città prima della grande distesa di sabbia, per questo motivo è spesso interessata dalle violente tempeste di sabbia.

Essendo una città relativamente moderna non presenta siti turisti celebri, tranne che per quello archeologico, dove sono stati ritrovati giacimenti di rocce con all’interno numerosi fossili di origine marina, il materiale ha un aspetto assolutamente unico, grazie alla varietà degli organismi fossilizzati.

Pur tuttavia è la meta ideale per i numerosi turisti che qui si recano ogni anno di fare delle escursioni nel deserto a bordo di jeep o a dorso di cammello o per visitare le numerose oasi che si trovano nei dintorni.

Una delle principali attrazioni di questa città è sicuramente il Festival dei datteri, un frutto molto coltivato, che viene consumato sia fresco che come ingrediente nella preparazione dei piatti tipici del luogo.

Gli abitanti del posto sono molto ospitali e cortesi, spesso invitano i turisti a sedere alla loro tavola per offrire loro il pranzo o la cena, di solito siedono in cerchio e consumano il cus cus prendendolo con le mani direttamente dalla pentola, insieme alla carne speziata ed al pane azzimo o la madfouna una specie di calzone berbero cotto nel forno a legna.

Naturalmente non manca il rito del thè, inteso come un vero rito sociale, che vien preparato con thè verde al quale aggiungono qualche foglia di menta fresca.

Il periodo migliore per visitarla è sicuramente l’autunno o la primavera quando le temperature diurne sono meno alte, nella stagione estiva infatti non è raro che il termometro oltrepassi i 40 o i 50 gradi. Per un viaggio nel deserto del Sahara vi consigliamo il portale MamoTravel, che offre pacchetti personalizzati ed a prezzo contenuto.